Welcome in Napoli ! We want you to enjoy your stay in Naples. We are here to offer tourist services in NAPOLI during your stay.

Dovunque sono andato nel mondo ho visto che c’era bisogno di un poco di Napoli. 
Wherever I went around the world I saw that there was a need for a little bit of Naples.

Scopri tutto quello che devi sapere sulla baia di Napoli

0

La baia di Napoli è conosciuta anche come Golfo di Napoli. È caratterizzata da una forma semicircolare e affaccia sul mar Tirreno, una parte del mar Mediterraneo. La baia di Napoli è celebre per la scenografia del suo paesaggio, in cui acqua e terra si incontrano lungo le lunghe coste rocciose. Inoltre, la baia di Napoli è ricca di meraviglie da visitare come parchi sommersi.

Il luogo più famoso legato alla baia di Napoli è il borgo di Marechiaro, nel quartiere Posillipo. Non si contano le canzoni dedicate a questo scenario come “Marechiare” e “La Fenestella” di Salvatore Di Giacomo. Negli anni 60, Marechiaro era anche il simbolo della dolce vita in Italia e meta d’assalto per le star hollywoodiane. Da vedere: la “fenestella” (i.e. Window) che ha ispirato la canzone di Di Giacomo e lo scalone.

Il parco sommerso di Gaiola è una area marina protetta di 42 ettari di mare che circonda le isole della Gaiola del golfo della città. Si estende dal borgo di Marechiaro alla baia di Trentaremi. L’area marina protetta è visitabile con un battello a visione subacquea. Si organizzano anche attività di snorkeling e diving. Dal centro storico della città è raggiungibile con un autobus. Una volta scesi si prosegue per una lunga scalinata che porta al parco sommerso. Nelle vicinanze della fermata dell’autobus si trova il Parco del Virgiliano, uno dei piccoli polmoni verdi della città con vista sulla costa partenopea.

Poco lontana dalla Gaiola c’è la baia di Trentaremi. Questa è la baia che si vede dall’alto, da Parco Virgiliano. È una baia importante poiché risalente ai tempi in cui la città era romana. Anche la baia di Trentaremi è citata in una canzone del cantante pop Liberato.

Poco lontano dal centro di Napoli c’è un’altra area marina protetta, quella di Baia. L’area è ricca di tesori sommersi come sale per banchetti e statue. Molte di queste sono state trasferite nel Museo archeologico dei Campi Flegrei, poco lontano. Visitando la costa di Baia è possibile visitare i resti dei porti commerciali.

Questi luoghi sono ricchi di possibilità: ci si può fare il bagno, snorkeling, diving e passeggiate archeologiche. Per chi desidera trascorrere esclusivamente una giornata di relax sulla spiaggia, è possibile andare in stabilimenti balneari come Bagno Elena e Riva Fiorita.

Share.

Comments are closed.

Vai alla barra degli strumenti