Welcome in Napoli ! We want you to enjoy your stay in Naples. We are here to offer tourist services in NAPOLI during your stay.

Dovunque sono andato nel mondo ho visto che c’era bisogno di un poco di Napoli. 
Wherever I went around the world I saw that there was a need for a little bit of Naples.

Punti di riferimento di Napoli: Piazza del Gesù – chiese, palazzi e misteri

0

Piazza del Gesù è tra le piazze più importanti del centro storico di Napoli ed è tra i più importanti punti di riferimento della città. Si tratta di una piazza situata lungo il decumano inferiore, una strada conosciuta anche come Spaccanapoli poiché divide letteralmente a metà il centro della città. Dopo aver superato via Duomo, San Biagio dei Librai e via Benedetto Croce, si finisce per arrivare in piazza del Gesù, un ampio spazio ricco di monumenti e chiese da visitare, ognuno con un ruolo preciso e le proprie leggente. Piazza del Gesù e le sue attrazioni sono anche sedi di molti eventi culturali come mostre e concerti.

La piazza è stata fortemente voluta da re Carlo d’Angiò. Il suo nome è dovuto alla presenza del Gesù Nuovo, un palazzo poi divenuto la chiesa del Gesù Nuovo. Il bugnato che riveste la facciata è caratterizzato da una leggenda misteriosa: pare possa essere tradotto in una partitura musicale. Il centro della piazza presenta un obelisco ricco di dettagli scultorei in cui si dice siano nascoste figure che rimandano alla morte e al post mortem.

Nelle immediate vicinanze della piazza c’è il monastero di Santa Chiara. Tra le caratteristiche principali del monastero c’è senz’altro il chiostro e la sua torre. Il tetto verde del monastero è inoltre visibile quasi da ogni punto della città, riconoscibile anche dal mare. La chiesa di Santa Chiara è la più grande basilica gotica della città. Costruita nel XIV secolo, sorge sulle rovine di antiche terme romane.

A Piazza del Gesù è possibile visitare due splendidi edifici celebri per aver ospitato per moltissimo tempo uno dei filosofi italiani più importanti della storia, Benedetto Croce. Palazzo Filomarino è stata la dimora del filosofo. Parte del palazzo seicentesco è tutt’ora dedicata alla celebrazione del filosofo attraverso la biblioteca e l’Istituto degli studi storici.

Tra le passeggiate preferite di Croce rientravano quelle nei giardini di Palazzo Venezia, edificio in cui oggi vengono proposte mostre di arte moderna e concerti di musica classica. Palazzo Venezia deve il suo nome al suo utilizzo nel passato. Si tratta del luogo utilizzato come dimora dai generali della Repubblica di Venezia ed è stato a lungo testimonianza del felice rapporto tra Venezia e il Regno di Napoli.

Dopo aver visitato piazza del Gesù è possibile proseguire per altri poli attrattivi della città: da un lato, piazza Dante e via Toledo; dall’altro, piazza san Domenico e via Duomo.

 

Oltre ai punti di riferimento di Napoli c’è da considerare che Napoli stessa è riferimento per tour ed escursioni nelle vicinanze. Dalla stazione centrale è possibile muoversi verso gli scavi di Pompei ed Ercolano o verso la penisola sorrentina. Dal porto turistico in piazza Municipio, invece, si arriva alle isole vicine: Capri, Ischia e Procida.

Share.

Comments are closed.